April 09, 2008

サルデーニャの太鼓。Tumbarinos di Gavoi.


昔、打楽器は戦いの際に利用されましたが、現代ではその音がサルデーニャで行われる行列やパレードの行進などで使われています。
インターネットで調べると、ガヴォイと言う小さな町だけにテゥンバリノスと言う打楽器の伝統工芸が保護されているそうです。しかし、それを作るのが大変なため、作者不足に悩んでいます。
テゥンバリノスを作るためには、10日間地下に埋められた羊の皮が必要だそうです。円形に切った皮の上に木でできた丸い枠を置いて、共鳴箱と縄で結んでいます。打楽器の裏に吊るされた馬のたてがみでできた糸に刺しているピンが特別な音を出します。

Da secoli e secoli, nella mia Isola i momenti solenni sono accompagnati dal rullìo del tamburo. Al Museo Archeologico di Cagliari è conservato un bronzetto rappresentante un sacerdote che stringe in mano un'asta e, dietro al mantello, porta appeso qualcosa di simile a un tamburo di forma conica. Ancora oggi, questo inconfondibile e cadenzato suono accompagna le manifestazioni folkloristiche e le parate per tutta l'Isola, spesso fondendosi con lo scalpitìo dei nostri amatissimi cavalli.
Sbirciando sulla rete, ho scoperto che tra i pochi rimasti a realizzare ancora artigianalmente i propri tamburi ci sono i famosi Tumbarinos di Gavoi. Per realizzare questi meravigliosi strumenti si utilizzano pelli di pecora lavorate e vecchi setacci come casse coniche. La pelle viene cosparsa di cenere e fatta riposare sotto terra per dieci, quindici giorni e, dopo essere stata ripulita dal pelo, viene tagliata in forme circolari e poi unita alle casse tramite cerchi di legno e corde. Nel retro dei tumbarinos viene applicata una cordicella realizzata con crine di cavallo intrecciato, alla quale sono appuntate delle spille balia che emettono un particolare ronzìo.
Imperdibile è il Carnevale di Gavoi, tra i più caratteristici e rinomati di tutta l'Isola, in occasione del quale si riuniscono visitatori provenienti da diverse parti del Pianeta.

19 comments:

  1. Ma dai! Io sono nato a Nuoro, ma mia nonna è di Ollolai, praticamente i vicini di casa di Gavoi ^^ Ho passato 15 anni ad andare lì ogni estate, quante feste di S.Bartolomeo e S. Basilio e la domenica mattina a vedere la festa dei ragazzi di leva! Ah ma ero ancora piccolino ^^

    ReplyDelete
  2. Ciao Mario*
    Che bello, chissà quanti meravigliosi ricordi. Anche la mia nonna materna abitava in provincia di Nuoro ma dall'altro lato dell'Isola, a Montresta. Mi ricordo la bellissima festa di S. Cristoforo e il buonissimo pistoccu del forno... slurp!

    ReplyDelete
  3. Co' 'sti tamburi direi che potete gemellarvi con Calanda...

    ReplyDelete
  4. Dov'è Gavoi?
    Mi interessa tanto questo Taiko.
    Vorrei visitarlo prossimamente.

    ReplyDelete
  5. iuitirus nero:
    se aspetti un pochino, ci andiamo l'anno prossimo a Carnevale ^^
    intanto guarda qui: http://youtube.com/watch?v=GIvpX0mPZZ8

    ReplyDelete
  6. E' tutto nel libro che ti ho regalato...

    ReplyDelete
  7. Allora non vedo l'ora di leggerlo!
    Lo porto con me durante le vacanze di fine Aprile ^^

    ReplyDelete
  8. ciao :) grazie dei commenti...
    se vuoi possiamo scambiarci i link
    ciao.

    ReplyDelete
  9. Che belli!! Ogni volta che leggo un post sui Taiko in effetti mi vengono in mente i suoni di quando ero bambina e la mattina presto i tamburini sardi passavano (adesso ho il sonno pesante e non li sento) per la città a fare da sveglia per la festa della nostra patrona.
    Bellissima immagine d'infanzia!
    Grazie

    ReplyDelete
  10. Grazie a te Anna, tra l'altro è un vero onore averti tra i miei commentatori. E non solo perché sei una Conterranea ^^
    Complimenti per il tuo golosissimo Blog!

    ReplyDelete
  11. Che carina!!!! Grazie Domo Arigatou
    *Si protende in un inchino ringrazievole*
    Guarda che l'onore è mio ehh!!!!
    P.S. Non solo commentatrice ma anche linkatrice nel mio blog!!! ;)

    ReplyDelete
  12. Da Sassari, dove il rullare di un tamburo "fa subito festa grande" un saluto alla padrona di casa e a tutti i suoi ospiti ...

    ReplyDelete
  13. Kazu.kura-san*
    è interessantissimo!! Visto che amo il suono di tamburo moltissimo, mi viene un grande voglia di ascoltare dal vivo! Una bravissima guida della tua amica mi ha spiegato che il carnevale dell' interno dell'Isola non può esistere senza relazione profonda con la natura - si crede una specie di animismo - da tanti secoli. Ascoltanto il suono che hai allegato, sembra proprio stanno communicando con le nature in qualche modo.
    Participerò anch'io carnevale tour di l'anno prossimo^^ E poi un giorno vorrei invitarvi anche all'isola di mia provincia, si chiama Sado. Ogni estate si svolge grande concerto di tamburi sul campo pieno di erbe. il nome di gruppo è si chiama "KODO (鼓童)" Forse hai mai sentito, Kazu-chan^^?

    ReplyDelete
  14. Al "Bove finto" di Offida (AP) non ci sono tamburi, ma in compenso il vino scorre a fiumi (di grande portata, tipo Rio delle Amazzoni...).

    http://www.comune.offida.ap.it/citta/carnevale/bove.htm

    http://www.youtube.com/watch?v=QD4HPAsuw9A

    Insomma, la Pamplona de noantri...

    ReplyDelete
  15. In questo momento sono a Sassari! ^^
    Un bacio a tutti gli amici vicini (che verranno contattati prestissimo...) e lontani!
    Vostra Kazu

    ReplyDelete
  16. Ciao mi aggiungeresti tra i tuoi link?? é da poco che ho un blog e vorrei farlo conoscere...

    ReplyDelete
  17. Ciao Paolo, benvenuto tra i miei lettori e tra i miei link ^^

    ReplyDelete
  18. Ciao Kazu grazie per la visita, per il link e per i baci :).

    ReplyDelete

ご感想お願いします。